Buona Festa della Repubblica


“Miei cari ragazzi e ragazze, da oltre un anno ho rinunciato (complice l’età) alla mia missione naturale: incontrare i giovani nelle scuole. Per trent’anni ho raccontato agli studenti la ‘mia memoria’, perché bisogna rompere il silenzio. Un Paese che ignora il proprio passato non può avere un futuro. Ecco perché spetta a voi, nuove sentinelle, l’esercizio infaticabile sulla memoria, che è la ricucitura (imperfetta) di un percorso di guarigione civile, percorso che serve a mantenere in buona salute la democrazia. Il principio democratico è formidabile, immaginate un albero i cui principali rami richiamino pace, eguaglianza e libertà. Spero mi saprete perdonare per l’assenza, vi consegno idealmente il più affettuoso dei saluti e degli auguri. Il futuro è nelle vostre mani e la stella polare che vi guiderà si chiama Costituzione.”
𝘓𝘪𝘭𝘪𝘢𝘯𝘢 𝘚𝘦𝘨𝘳𝘦
𝗕𝘂𝗼𝗻𝗮 𝗙𝗲𝘀𝘁𝗮 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗮 𝗥𝗲𝗽𝘂𝗯𝗯𝗹𝗶𝗰𝗮 𝗮 𝘁𝘂𝘁𝘁𝗶!